Skip to main content

Žena Zmaj

14/08/2022

Žena Zmaj è una espressione molto utilizzata in Serbia, tanto da essere diventata un titolo onorifico.

Come l’Italia la Serbia è un Paese patriarcale nel quale il dovere della donna, nel corso della storia, è stato quello di prendersi cura della casa, del marito e dei figli, con un ruolo simbolico di ottima casalinga, padrona di casa, moglie fedele nonchè madre premurosa, la donna serba doveva essere impeccabile in tutto quello che facevano ma il ruolo dominante rimaneva al marito, capo indiscusso della famiglia.

INDICE

Il simbolo della rinascita e Žena Zmaj durante le guerre in Serbia

Quando la presenza di una figura maschile venne a mancare a seguito di numerose guerre balcaniche, intere generazioni di uomini (fino a 4 generazioni!) vennero letteralmente spazzate via.

Il periodo successivo alla prima guerra mondiale fu particolarmente difficile per la Serbia; Il numero di morti durante la ritirata attraverso l’Albania fu catastroficamente enorme, lasciando i villaggi serbi devastati e vuoti.

Questo momento segnò un punto di svolta per la donne serbe che divennero madri e capo di famiglia: gestivano la casa, educavano i bambini e se ne prendevano cura, tagliavano la legna, coltivano la terra e si occupano dei raccolti. Nonostante il lavoro per la donna serba continuasse ad aumentare, lei rimaneva impassibile, silenziosa e impeccabile some sempre.

Nel frattempo, la mancanza di figure adulte maschili in famiglia, intensificava l’atteggiamento protettivo delle madri nei confronti dei figli maschi, i piccolini rimasti in casa durante la guerra.

Il figlio maschio divenne quindi il simbolo della famiglia e portatore del suo nome, erede di tutto mentre alle figlie donne non spettava nessun riconoscimento.

Sono molte le storie risalenti al tempo della prima guerra mondiale in cui donne anziane serbe che vivevano in villaggi ormai deserti baciavano le mani di ragazzini che incontravano considerandoli come simboli della salvezza della famiglia serba, dei villaggi e del Paese intero.

Nasce la Žena Zmaj

Nel periodo tra le due guerre mondiali, emerge una nuova Serbia civile. Questo momento risulta di estrema importanza per le donne serbe: si aprono le porte dell’istruzione e fu permesso loro di andare a scuola e all’università. Poco alla volta si dischiuse anche il mondo del lavoro con ruoli quasi paritetici ai colleghi maschi.

Se da un lato questa fu una grande conquista per le donne serbe, dall’altro lato questo non andò a alleggerirle degli altri due ruoli importanti: quello di madre e di moglie.

Dopo la seconda guerra mondiale le donne serbe, nel mondo degli affari e dell’istruzione, divennero sempre più alla pari degli uomini; potevano studiare in qualsiasi facoltà, trovare un lavoro ed essere un capo. Ed è qui che il seme della Žena Zmaj inizia a germogliare.

Cosa vuol dire Žena Zmaj?

Žena Zmaj vuol dire letteralmente Donna Drago (Dragone) in riferimento alla dualità del Drago che deve gestire il fuoco in sè.

Nell’arco degli anni Žena Zmaj veniva assegnato a diverse figure di donna, da prima a colei che lavorava nei campi poi successivamente a chi gestiva la famiglia e attualmente Žena Zmaj è u titolo conferito a quelle donne che sono state in grado di gestire la famiglia e creare un’attività imprenditoriale di successo.

L’equilibrio perfetto

La Donna Dragone è una donna forte, perfetta ma anche compassionevole e dolce. Rappresenta insomma l’equilibrio perfetto tra tradizione e modernità.
A volte però questo termine assume una connotazione negativa quando si intende per Donna Dragone quella donna arrivista, arrogante e narcisista che pensa solo a far carriera.

Premio onorifico “Žena Zmaj”

In Serbia esiste un premio onorifico chiamato Žena Zmaj, conferito dall’Associazione delle donne imprenditrici alle donne serbe che sono riuscite a bilanciare – con successo – la vita privata con quella lavorativa. Žena Zmaj è la donna con una carriera di successo, colei che si prende cura dei suoi genitori e di tutti gli ospiti in famiglia; è in poche parole, affermata in tutti i campi: negli affari, in famiglia e nella società.

Qual è il parametro per misurare questo equilibrio?

È opinione di molte credere che per riuscire ad ottenere questo titolo la donna serba moderna debba sacrificare qualcuno di veramente importante: sé stessa; costringendola a salvare le apparenze a tutti i costi a scapito della propria individualità come persona e come donna.

Il nostro esperto

Erika Inversi

Onironauta, Ricercatrice, Blogger. Fondatrice di SerbiaFacile.com

Articoli Popolari


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *